Come aprire un bar oggi

      Commenti disabilitati su Come aprire un bar oggi

Sono molti gli aspiranti imprenditori che desiderano aprire un bar e oggi grazie ad Internet è possibile reperire ogni tipo di informazione per avere le idee più chiare, a cominciare dall’aspetto burocratico fino alla scelta dell’arredamento del bar.

Se il tuo intento è quello di aprire un bar nella tua città, allora sappi che sei nel posto giusto al momento giusto perché ciò che ti dirò potrà tornarti molto utile. Non ci credi..? Allora continua a leggere qui di seguito e di sicuro non te ne pentirai.

Lavorare a contatto con la gente, veder crescere con i propri occhi il proprio progetto è una grande soddisfazione che può portare a fine mese un bel po’ di soldini a casa.

Vediamo per prima cosa i requisiti che occorrono per poter aprire un bar oggi. Tra i vari requisiti fissati dalla legge italiana troviamo:

  • maggiore età
  • aver frequentato dei corsi attinenti all’attività da svolgere
  • aver frequentato la scuola dell’obbligo
  • aver frequentato un corso per la somministrazione di alimenti e bevande
  • essere stati iscritti al REC
  • essere stati in proprio per almeno 2 anni negli ultimi 5 in attività di prodotti alimentari oppure aver lavorato per conto di terzi nel settore in questione
  • essere iscritti all’Inps e all’Inail
  • apertura della partita IVA
  • la richiesta per il rilascio della licenza per la vendita di alcolici e superalcolici

Aprire un locale commerciale di questo genere non è sicuramente una cosa facile, ma non vuol dire che sia impossibile. Tuttavia occorre tanta pazienza, una buona dose di tolleranza e di calma.

Dunque, per poter avviare un bar serve un locale completamente a norma. Ci sono alcuni requisiti che bisogna rispettare come gli spazi e le metrature imposte dal comune di residenza, rispettare tutte le norme di igiene e di sicurezza.

Se la tua intenzione invece è quella di aprire un bar in un luogo dove l’attività in questione era già presente, allora in questo caso il problema non sussiste. Ma prima di lanciarti in questa avventura è bene che ti poni alcune domande, del tipo:

  • Che bar vuoi aprire?
  • Quali sono i clienti tipo?
  • Cosa puoi offrire di più rispetto ai tuoi concorrenti?

Quando decidi di aprire un bar, la prima cosa che devi fare è impostare l’attività pensando ad un target ben preciso.

Se l’attività si trova in un luogo di grande passaggio la clientela sarà assicurata a meno che la gestione dell’attività non sia pessima. Se invece l’attività si trova nei pressi dell’Università o delle scuole si può offrire una soluzione ben mirata, ovvero: vendere snack, spuntini, panini  per gli studenti.

Mentre se si preferisce una clientela prevalentemente femminile e più in là con gli anni, si potrebbe pensare alla realizzazione di un bar con sala da te e angolo pasticceria ben fornito.

Ecco alcuni errori da evitare

Un grande errore che in molti fanno è quello di sottovalutare l’impegno. Quando si decide di avviare un’attività è necessario unire tutte le forze per poter offrire alla clientela ciò di cui hanno bisogno.

Ma un altro errore che molti commettono è il seguente: troppe idee di business ma che poi alla fine non portano da nessuna parte. Per poter avviare un bar di successo occorre:

  • avere un progetto ben definito
  • tenere conto della concorrenza
  • individuare un target ben specifico

Buona fortuna!