Consigli per la ristrutturazione del pavimento di casa

Quando ci si trova a ristrutturare una casa, non si può fare a meno di pensare al pavimento. I rivestimenti sono fondamentali e devono essere scelti con cura sia che si vogliano ristrutturare sia che si desideri rinnovarli completamente.

La tecnologia dei materiali è in continua evoluzione e sul mercato si trovano oggi infinite possibilità per rivestire i pavimenti. Soluzioni nuove, ad alta efficienza, e rispettose dell’ambiente, praticamente un mondo tutto da scoprire per chi non è del settore.

Se la casa di cui vogliamo rifare il pavimento è dotata di rivestimenti in legno, possiamo optare per una ristrutturazione dell’esistente. In questo caso il legno verrà carteggiato, trattato e riverniciato e riportato ad una nuova vita. Lo stesso può essere fatto con i pavimenti in marmo o di altri materiali di pregio. È anche di tendenza ristrutturare il pavimento di vecchia moda per abbinarlo ad arredi contemporanei e minimalisti.

Il vero problema di una ristrutturazione dei pavimenti consiste nelle rotture, negli avvallamenti e nei dislivelli che nel corso degli anni possono essersi creati. In questi casi è opportuno rivedere completamente i rivestimenti optando per una demolizione e sostituzione.

Il gres porcellanato, il laminato, la resina, il linoleum, i materiali bio compatibili, il tradizionale legno trattato o al naturale e la classica ceramica, ma anche le contemporanee versioni del cemento, sempre più impiegato per le abitazioni private e per gli spazi di vendita. Queste sono le possibilità in termini di materiali moderni che a seconda dei gusti possono essere impiegati per rimettere a nuovo un pavimento.

Esiste anche la possibilità di ricoprire il pavimento preesistente con uno nuovo di spessore ridotto. Nel settore delle pavimentazioni sono presenti innovati prodotti sottili che possono essere posati direttamente sulla vecchia piastrella. In questi casi però è fondamentale fare attenzione alla presenza di dislivelli, alle altezze e alla presenza di porte e finestre affinché il pavimento non vada ad intaccare la funzionalità delle strutture.

Ormai che si va ad intervenire sulle pavimentazioni è una buona soluzione scegliere di installare anche un isolante acustico con effetto anticalpestio. Meglio ancora se si decide di completare l’opera con l’installazione di riscaldamento a pavimento che offre ottime prestazioni energetiche in termini di efficienza e di risparmio.

Anche l’intervento di ristrutturazione o sostituzione del pavimento rientra nelle opere soggette a detrazione fiscale del 50%. Il tema delle detrazioni fiscali in ambito edilizio, anche per i pavimenti, può essere approfondito qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *