Le tipologie di legno più usate nell’arredamento

Chi legge abitualmente questo blog sa che sono un amante del legno, in ogni sua accezzione, ho spesso scritto di mobili o addirittura case completamente in legno, ma non avevo mai dedicato un post intero a questo argomento.

Il legno è senza dubbio il materiale nobile e più ecologico per antonomasia, ci sono centinaia di tipi differenti e offrono una multitudine di possibilità per l’arredamento, dal più classico al più moderno. Si posso creare un’infinita di spazi in una casa, dall’arredo “nature” a quello zen, passando per lo stile rustico o esotico. Basterà avere il buon gusto di scegliere i mobili e gli accessori che più si rifanno al vostro stile per avere un’ambiente caloroso e che vi assomiglia.

Quercia, betulla, pino, teak, ogni legno ha le sue peculiarità e il suo colore, come distinguerli e fare le scelte più convenienti? La risposta sta tutto nell’uso che ne faremo.

Il legno economico

Bisogna premettere che il legno che popola i nostri boschi (ovvero quello proveniente da pino e betulla) è indubbiamente il più abbordabile dal punto di vista finanziario. D’altro canto questo tipo di legno dal colore molto chiaro è molto sensibile ai colpi ed è meno solido rispetto a quello proveniente da altre piante.

La betulla è spesso utilizzata per i parquet (i parquet multistrato di betulla sono il top della stabilità e non si creano fessure tra le tavole) e come legna da ardere.

Mobile in betullaIl pino invece ha la particolarità di seccarsi molto velocemente ed è un legno nodoso. I nodi, appunto, lo rendono molto riconoscibile e danno ai mobili di questo materiale un aspetto rustico, è utilizzatissimo sia per l’arredamento interno che esterno e resta il migliore legno a basso prezzo.

Mobile in pino

Il legno solido

Tra i tipi più conosciuti di legno duro c’è sicuramente la quercia, ma anche il ciliegio, la noce e il faggio.

La quercia è decisamente costosa, ma la sua nobiltà e la sua resistenza la rendono molto utilizzata nella costruzione di ponti, ferrovie e costruzioni più varie. Nell’arredamento di interni il suo colore miele è molto utilizzato e resta la regina del parquet.

Il faggio invece viene utilizzato un po’ dappertutto, sia come legna da ardere sia per le costruzioni più strane, le scale, i mobili. La sua solidità e bellezza estetica lo rendono uno dei legni più apprezzati dagli amanti dell’arredamento.

Il noce invece ci da un legno più scuro e viene utilizzato per l’arredamento degli interni in quanto dona carattere e ricercatezza al nostro arredamento.

Mobile in noce

Il legno esotico

Il teak e il wenge sono i più conosciuti ma esistono parecchi altri tipi di legni esotici!

Il teak proviene dall’asia (sud-est) e presenta un colore giallo/marroncino molto carino. E’ molto utilizzato per la costruzione navale e per la costruzione di mobili sia da interno che da esterno.

Mobili in teak

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *