Arredamento casa 2018, le tendenze da seguire

L’estate volge al termine e comincia un nuovo anno lavorativo. Hai voglia di dare una svolta all’arredamento della tua casa dando una bella “rinfrescata” a tutto l’ambiente ma non sai da dove cominciare?

Di seguito leggerai alcuni consigli utili per rimodernare l’arredo della casa senza dover necessariamente compiere grandi rivoluzioni, avrai così la possibilità di apportare i giusti cambiamenti in funzione del budget a disposizione e, soprattutto, ai tuoi gusti personali.

Unica regola: per apportare un cambiamento duraturo è consigliabile ispirarsi alle tendenze più recenti, che per definizione hanno un tasso di “longevità” più ampio rispetto ai grandi classici, ecco quali sono i consigli migliori per l’arredamento 2018!

Parola d’ordine: bagno!

Il bagno è una delle zone più importanti della casa, non solo per le funzioni che svolge all’interno dell’ambiente domestico: parliamo di un’area “privata” di benessere  e relax sempre più oggetto di cura e studio da parte dei migliori arredatori del mondo.

Inoltre, parliamo di un ambiente di alto passaggio, uno di quelli, assieme al salone, più “frequentato” anche dagli ospiti abituali o occasionali che accoglierai nella tua abitazione.

Per il 2018 il consiglio principe è quello di lasciarsi andare a contaminazioni vintage. Particolarmente indicate sono le cementine con funzione di contrasto rispetto alle pareti e, ovviamente, ai supporti da bagno. Le cementine hanno peraltro molteplici funzioni: possono svolgere il ruolo classico di rivestimento da pavimento ma anche definire un eventuale gradino e, soprattutto, costituire l’ornamento del box doccia.

Per i colori: grande libertà in tema, spaziando possibilmente su dicotomie fra lucido e opaco, anche in funzione dell’arredamento generale dell’ambiente.

Creare punti luce e zone “dark” per il living

L’area soggiorno è probabilmente l’ambiente principale di tutta l’abitazione, il luogo privilegiato per cene, chiacchierate con gli amici, ma anche lunghi momenti di relax davanti alla tv. Si tratta di un’area espandibile anche a zona giorno open space, arrivando a comprendere la cucina (leggi di più su come arredare un open space in modo impeccabile). Proprio per questo parliamo di una stanza cui dedicare particolare attenzione nel momento in cui decidiamo di attuare piccole “rivoluzioni” d’arredamento.

Teniamo presente che mai come per il living le scuole di pensiero sono praticamente infinite: si va da quella che predilige un design ricercato e moderno, alle tendenze più classiche. Dalla ricerca del comfort a tutti i costi, all’esaltazione dell’estetica (a costo di sacrificare la comodità).

Con questo articolo non si vuole entrare nel merito della questione, che rientra squisitamente nei gusti personali, tuttavia esistono alcune accortezze che possono essere ricondotte  a “regole universali” e, quindi, fruibili da tutti.

La tendenza del 2018 prevede un maggiore utilizzo del blu navy, per chi ama questo tipo di nuance, ma più in generale sussiste una sempre crescente esigenza di esaltare i propri supporti attraverso colori scuri e caldi.

Anche in questo caso è bene evitare di ridurre tutto l’arredamento a un blocco “monocromatico”, ma giocare sulla cara vecchia legge dei contrasti per abbinare supporti in tonalità scure a complementi chiari o viceversa (vedi come scegliere il colore ideale per il soggiorno).

L’effetto sarà lo stesso ma l’impatto visivo sarà meno pesante ed invadente, a beneficio del generale benessere nel vivere questo specifico ambiente della casa.

Consiglio: porre particolare attenzione all’accessorio di comfort, come i cuscini. Elemento imprescindibile del soggiorno moderno, il cuscino non deve però invadere concettualmente la stanza, né tantomeno svilire l’estetica del divano. Quindi: generosità ma oculatezza allo stesso tempo nell’utilizzo di questo supporto!

La cura dei complementi d’arredo si estende poi ad altri elementi come vasi, tendaggi, specchi e lampadari. Teniamo presente che i prossimi anni saranno quelli che definitivamente esalteranno il valore del dettaglio in misura anche maggiore rispetto al mobilio principale dell’ambiente. Questo fattore gioca a favore anche di chi desidera rimodernare la propria casa senza mettere mano ai grandi supporti come tavoli e divani.

Camera da letto: la soluzione è… Scandinava!

La stanza da letto rappresenta il punto di riferimento della coppia (o del singolo), simbolo di intimità e riservatezza. Proprio per questo l’approccio a questo tipo di ambiente è particolarmente personale e determinato da esigenze specifiche di design e comodità.

Le tendenze 2018 prediligono un look essenziale e minimale per questo tipo di camera, sviluppando un concept semplice ma sempre attento al comfort e alla funzionalità.

Si registra inoltre un forte ritorno della mensola a muro, quella cioè collocata alle spalle della testiera del letto, utile per riporre oggetti e soprammobili. La mensola consente anche di rivisitare i comodini in un’ottica più contenuta, in perfetto stile scandinavo.

Per le linee cromatiche, l’essenziale richiama ovviamente classici giochi fra bianco e nero ma non solo: molto importanti sono anche le contaminazioni in nuance pastello e verdino in particolare.

Anche in questo caso grande importanza al complemento d’arredo, specialmente lo specchio, che può essere a parete o, nella maggior parte dei casi, integrato sulla facciata dell’armadio principale. Lo specchio diventa ancor più utile in caso di stanze che hanno necessità di apparire “più ampie” in virtù delle ridotte dimensioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *