Come arredare una veranda

      Nessun commento su Come arredare una veranda

Non tutte le case hanno la possibilità di sfruttare lo spazio aggiuntivo offerto da un terrazzo. Chi ha la fortuna di godere di questi metri in più cerca di sfruttarli al meglio in qualsiasi momento dell’anno per questo si tende a chiudere questa estensione dell’abitazione con vetrate sia fisse che mobili. Terrazzi e balconi si trasformano così in bellissime verande, luoghi dove rilassarsi, accogliere gli ospiti e trascorrere una piacevole serata d’estate. Vediamo allora quali sono le tipologie di verande e come arredarle al meglio.

Verande terrazzo: le tipologie

Le verande da esterno si dividono principalmente in due categorie: quelle chiuse o quelle aperte. Alla prima categoria appartengono quelle realizzate con appositi moduli che sono quasi sempre costituiti da vetrate che favoriscono una maggiore penetrazione della luce. Le verande per esterni aperte, invece, si costituiscono in genere per la presenza della sola copertura in legno, un patio coperto da utilizzare nei mesi estivi. Queste strutture, realizzabili su terrazzi e balconi, hanno una struttura portante realizzata in legno, alluminio o pvc. Per quanto riguarda i vetri, le vetrate per verande sono realizzate con vetro accoppiato o vetro temperato così da garantire la necessaria resistenza.

Arredamento terrazzo: stili d’ispirazione

La veranda è un’estensione della casa e viene quasi sempre arredata nello stesso stile che caratterizza l’abitazione. Le terrazze arredate, però, posso essere luoghi con funzioni diverse, che si distacchino completamente dalla casa e per questo avere uno stile proprio:

  • Lo stile etnico è particolarmente apprezzato anche perché facile da realizzare. L’arredo del terrazzo è rappresentato da cuscini bassi oppure divani realizzati con il fai da te sfruttando i pallet. I tessuti e le fantasie dei cuscini sono le tipiche linee verticali e i toni sono quelli caldi del rosso, del marrone e dell’arancio. Prediligete altri elementi in legno come un tavolino basso;
  • Lo stile minimal ben si addice a questo spazio piccolo e che quindi ha bisogno di pochi elementi. Un divano lungo dalla tonalità neutra come il tortora e mobili realizzati in legni chiari e dalle linee pulite.
  • Grande fascino hanno anche i terrazzi arredati in stile retrò. Facendo un giro al mercatino dell’usato potete facilmente trovare un tavolo in legno dall’aspetto usato, un divano in pelle invecchiata o poltrone e sedute ispirate agli anni ’60. Il design è sobrio e predomina il legno.

Arredare terrazzo: la veranda in legno

Le travi a vista e la pergola sono elementi tipici della veranda in legno. sono soluzioni semplici che possono adattarsi con facilità anche a spazi più ristretti come le verande per balconi. In questi casi si può arredare il terrazzo con elementi in fibre legnose come un divano di vimini, un tavolino in rattan e dei piccoli pouf permettono di creare con facilità un ambiente elegante e rilassante. Sfruttate i fiori per dare un tocco di colore: delle fioriere dai colori vivaci o un centrotavola con fiori freschi decoreranno mantenendo l’aspetto naturale. Se la vostra veranda da esterno è aperta, potete facilmente chiuderla con delle tende che possono essere a cassonata, a rullo o posizionate grazie ai tipici bastoni, l’importante è che siano in linea con lo stile scelto per la veranda per esterno.

Idee per terrazzi: la veranda in vetro

Tra le verande chiuse, quelle in vetro sono le più diffuse. In questi casi, le verande esterne vengono realizzate con il preciso scopo di sfruttare questo spazio addizionale tutto l’anno, un ambiente vivibile anche nelle fredde giornate invernali. Montare delle vetrate per terrazzi si dimostra la scelta migliore per balconi che godono di bellissime viste panoramiche o per terrazzi completamente immersi nel verde. Un grande vantaggio delle verande in vetro è che si annulla completamente la sensazione di trovarsi in uno spazio aggiuntivo in quanto il terrazzo diventa un tutt’uno con il resto della casa. Arredare le verande vetrate non risponde a schemi specifici e potete scegliere lo stile che preferite. Definite prima la funzione che volete la vostra veranda in vetro assolva: se volete realizzare una sala da pranzo che godi dell’illuminazione naturale e della vista potete scegliere un tavolo in legno con sedie dai toni chiari e rifinite in alluminio oppure un tavolo in ferro, quelli tipici da giardino, che potete sfruttare sia come tavolo da pranzo che come punto d’appoggio per lo studio. Le verande a vetro, però, sono arredate per lo più come zona relax e in questo caso potete sbizzarrirvi nella scelta dello stile che preferite: potete scegliere divani e poltrone in vimini o un tipico salottino da esterno con un tavolino basso. Il massimo del relax viene raggiunto con sedie a dondolo o anche dei dondoli veri e propri.

Attenzione, però, alle vetrate per terrazzi che scegliete. I vetri devono essere bassi-emissivi così da garantire la giusta coibentazione termica delle verande esterne. Personalizzabile è anche la modalità di apertura che può prevedere un’anta a battente, scorrevole o anche con aperture di 90 gradi così da facilitarne la pulizia. Le verande in vetro possono essere anche isolate acusticamente e realizzate per favorire un risparmio energetico.

Arredare un terrazzo: le verande in ferro

Seppur è difficile imbattersi in terrazze arredate e chiuse interamente in questo materiale, le verande in ferro sono molto apprezzate in quanto ricordano lo stile inglese nella sua tipica architettura ottocentesca. La struttura portante della veranda da esterno è realizzata appunto in ferro forgiato o sottoposto a specifici trattamenti che ne aumenti la resistenza mentre la copertura viene poi realizzata in legno. è una tipologia di veranda chiusa particolarmente utilizzata da bar e locali. Facendo parte delle verande moderne, questo spazio va arredato con uno stile contemporaneo. Un vero tocco di classe, però, sarebbe quello di ricreare anche all’interno lo stile inglese della struttura in ferro: preferite mobili dal design british in legno massello, oppure frassino dal fascino vintage, tessuti dalle tonalità calde, fantasie a quadrettoni, lampade con paralume. L’effetto finale dovrà essere un tripudio di illuminazione. Potete scegliere di creare un ambiente arredato completamente in bianco o color crema oppure giocare con accostamenti inserendo elementi più scuri. Se avete il pollice verde, potete trasformare la vostra veranda chiusa in ferro in un giardino d’inverno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *