Come orientare una casa in legno

      Nessun commento su Come orientare una casa in legno

Forse ti sarai chiesto come orientare la tua casa in legno per ottenere maggiori benefici possibili. Vediamo quindi insieme quali sono gli aspetti da considerare in tal senso. Non sei solo a farti certe domande, molti studi infatti cercano da tempo di mettere un punto fermo riguardo l’orientamento migliore per un edificio.

Qua ci viene in soccorso l’architettura bioclimatica secondo la quale è fondamentale controllare gli elementi naturali che possono essere osservati e riscontrati sul luogo designato.

Dobbiamo considerare ad esempio la presenza di acqua e di vegetazione, lo stato ed il tipo di terreno, il vento ed il sole. Solo così è possibile ottenere buoni risultati in termini di comfort termico, indipendentemente dagli impianti di climatizzazione.

Considera che scegliere un orientamento corretto significa risparmiare notevolmente sulle bollette di luce e gas!

Un altro fondamentale elemento da tenere in considerazione è la latitudine del luogo designato. Ovviamente una casa posizionata nel Nord Europa avrà necessità di orientamento diverse da un’abitazione in Africa. Anche rimanendo in Italia, Bolzano avrà esigenze diverse da Catania e così via.

La forma stessa della casa può influire positivamente sul risparmio energetico. In teoria la forma migliore per questo scopo sarebbe una sfera. Dal momento che questa non è compatibile con le progettazioni si dovrebbe scegliere una forma il più possibile vicina ad un cubo.

Maggiore la configurazione della casa è compatta e minore sarà la dispersione di calore dalle pareti perimetrali.

Come orientare una casa secondo le fasi termiche

Prendendo in considerazione la nostra fascia climatica è possibile delineare tre fasi termiche, fasi che vedono alcuni requisiti che caratterizzano la casa.

Vediamo quindi le tre fasi termiche:

  • Estate. In questo periodo dell’anno è fondamentale usare sistemi di schermatura ed ombreggiamento per proteggere soprattutto le vetrate dai potenti raggi solari
  • Inverno. Contrariamente all’estate durante l’inverno è necessario attirare i raggi del sole per riscaldare gli interni della casa. E’ importante che sia presente un elevato isolamento termico per conservare il calore assorbito il più possibile
  • Mezze stagioni. Come puoi intuire durante queste stagioni bisogna combinare soluzioni atte sia al raffreddamento sia al riscaldamento

Non basta però tenere in considerazione gli elementi riportati finora, esistono infatti tanti elementi che possono anche stravolgere completamente questi suggerimenti.

Se ad esempio hai intenzione di costruire una piscina o vuoi valorizzare una vista in particolare, se magari la tua casa risente degli ombreggiamenti dati da edifici vicini o ancora, se esistono dei particolari vincoli dovuti a regolamenti locali probabilmente avrai bisogno di soluzioni personalizzate e più approfondite per capire come orientare la tua casa.

La soluzione migliore quindi è rivolgersi ad un progettista che sia in grado di ascoltare con attenzione le tue esigenze unendole al contesto e seguendo, al contempo, i principi dell’architettura bioclimatica.

E questo perché capire come orientare una casa in legno è fondamentale ma non è l’unico fattore da considerare per ottenere un risultato davvero soddisfacente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *