Arredare casa in stile shabby chic

      Commenti disabilitati su Arredare casa in stile shabby chic

Chi non ha mai sentito parlare di shabby chic, uno stile che da anni viene utilizzato non solo nei mobili per arredare casa ma anche nella moda o come tema dei matrimoni. C’è, però, ancora tanta confusione circa lo stile shabby chic: si tratta di una tipologia di arredo provenzale? Sono complementi d’arredo retrò?

Letteralmente, shabby significa trasandato mentre chic significa sofisticato, elegante. Un arredamento shabby chic è qualcosa di vecchio, di polveroso che può dare l’impressione di un oggetto abbandonato a se stesso ma che in realtà è appositamente desiderato così.

Spesso, inoltre, si tende a confondere shabby chic, country e provenzale: per alcuni designer si tratta di tre stili nettamente diversi soprattutto per colori e fantasia e accomunati solo dalla scelta di materiali naturali, per altri, invece, lo shabby style nasce da un mix del romanticismo provenzale con l’eleganza tipica delle campagne inglesi.

Stile shabby chic

Gli angoli smussati, la vernice scrostata, il legno un po’ crepato… questi sono i dettagli che rendono le case shabby chic. Il grande apprezzamento che ha maturato questo stile negli ultimi anni ha fatto si che venissero realizzati industrialmente oggetti shabby chic e mobili smussati a mano per dare un effetto invecchiato. Seppur questi complementi d’arredo così creati rispecchino lo stile trasandato, la veridicità di un mobile vissuto davvero, magari scovato nella soffitta della nonna oppure trovato al mercatino dell’usato resta una peculiarità maggiormente apprezzata. Questa preferenza per l’arredo shabby chic moderno, seppur molto di tendenza, è apprezzato soprattutto per l’atmosfera romantica che crea, per la storia che sembra voler raccontare.

Oltre all’aspetto trasandato e consumato dal tempo, gli ambienti shabby chic si contraddistinguono per il colore. A farla da padrone è il bianco utilizzato in qualsiasi sfumato, da quelle più chiare e pulite a quelle più sporche e opache. I colori opachi e le tonalità pastello sono un must. Molto apprezzati anche il beige e il grigio purché mantengano una tonalità più spenta. Ad esempio, una tipica parete shabby chic è color crema o avorio. Ad interrompere l’uniformità dei toni ci sono oggetti dal colore più forte, ma sempre nella tonalità pastello, che danno una pennellata di colore al nostro soggiorno shabby. Possiamo utilizzare quadri, lanterne, composizioni floreali per smorzare la luminosità della stanza

Casa shabby chic

Arredare casa stile shabby chic significa scegliere materiali naturali e ora non più molto usati come il legno bianco, lo yuta e il ferro decapato. Non esistono forme specifiche o un mobilio prestabilito purchè abbiano le crepe e i graffi. I mobili utilizzati per l’arredamento possono anche essere realizzati a mano: realizzare un arredo shabby chic fai da te è molto semplice in quanto basta riverniciare un vecchio mobile in legno con i colori tipici di questo stile.

Per realizzare un perfetto arredo casa shabby, è fondamentale la cura del dettaglio. Non tutti amano utilizzare complementi d’arredo shabby in ogni luogo della casa ma scelgono di richiamare questo stile tramite piccoli dettagli. In genere, sia che si tratti di un solo particolare sia che si tratti dell’arredamento dell’intero ambiente, gli accessori servono a dare quel tocco in più di perfezione e personalizzazione. La regola per scegliere il dettaglio migliore è l’aspetto romantico. Apprezzatissimi sono pizzi e merletti che oltra ad essere romantici sprigionano grande finezza. Ampio spazio trovano anche le cornici in legno lasciate del colore naturale oppure dipinte in azzurrino o rosa per vivacizzare con delicatezza l’ambiente. Di grande fascino restano le lanterne e i portacandele che, posizionate in un angolino su un tavolino rotondo di ferro battuto, sono un dettaglio particolarmente ricercato.

Da non sottovalutare la scelta dei tessuti. Il cotone e il lino sono i tessuti più utilizzati, anche questi in colori chiari. La leggerezza dei tessuti e la delicatezza degli intrecci rendono sia il cotone che il lino utilizzabile per la realizzazione di tende per le varie zone oltre che per coperte da adagiare sul letto o sul divano.

Cucina shabby chic

Anche per le cucine shabby chic la regola da rispettare è quella di ricreare un ambiente romantico. Il colore principale resta il bianco: cucina, pensili e tavolo sono proposti in questa tonalità oppure in color crema. È consigliabile partire da un unico colore di base per poi integrarne altri tramite i diversi accessori. Immancabile è la credenza: collocata sul muro o quelle in piedi, la credenza in legno e vetro è quell’elemento che subito conferisce il giusto clima vintage e romantico. Decorazione regina delle cucine trasandate sono i fiori. Un vaso con dei freschissimi fiori shabby chic dai toni pastello darà colore e naturalezza all’ambiente. Potete perfezionare l’ambiente con tendine leggere, quadretti dai toni chiari, pentolame in rame. Anche i cestini di paglia del colore naturale o ridipinti di bianco possono essere un originale porta pane totalmente in linea con lo stile delle cucine stile shabby chic.

Soggiorno shabby chic

Per arredare un perfetto salotto shabby chic, l’ideale sarebbe avere un pavimento in parquet, meglio ancora se imperfetto. In alternativa, il salone shabby chic può avere anche mattonelle in ceramica dai toni neutri. Il legno va ripreso nel mobilio: una parete attrezzata shabby chic ospita la tv e decori floreali. Fondamentale sarà il divano: un tipico divanetto shabby chic è ricoperto con il lino creando un contrasto con cuscini azzurri, rosa o viola.

Camera da letto shabby chic

Se c’è una camera che si sposa alla perfezione con un arredamento shabby chic moderno quella è la camera da letto. Tonalità delicate, stampe floreali creano un ambiente bucolico dove potervi rilassare profondamente. Scegliete colori che sembrino slavati come l’avorio e il beige. Per i tessuti, preferite il lino. I dettagli in pizzo sono un must: il macramè può arricchire sia la coperta del letto, così come le tende. Sui mobili trasandati, tovagliette shabby chic in pizzo diventano l’appoggio per abat-jour. Un vero tocco di stile sarà quello di utilizzare porte shabby chic come testata del letto. Per personalizzare quest’angolo casalingi, potete realizzare dei cucini shabby chic fai da te acquistando, o riciclando, cuscini dal colore un po’ slavato, ricoprirli con una federa in lino o cotone. Per completare il look potete cucire inserti di pizzo, macramè, nappine.

About i-casa

Diplomato geometra, anche se non ho proseguito la professione, mi è rimasta una certa sensibilità verso tutto quello che riguarda il mondo della casa, in particolare per l'arredamento. Appassionato di fai da te, mi piace lavorare con il cartongesso, con il quale è quasi sempre possibile trovare soluzioni creative e funzionali. Adoro tutti quegli elettrodomestici che possono rendere la vita in casa più piacevole.