Arte topiaria ovvero scolpire gli alberi

      Commenti disabilitati su Arte topiaria ovvero scolpire gli alberi

Oggi parliamo d’arredamento del giardino e della cosidetta arte topiaria, non troppo comune in Italia ma più nota in altre parti dell’Europa, sopratutto nei giardini alla francese o all’inglese. L’arte topiaria deriva da tradizioni antiche e dai giardinieri del 1700, la loro missione era quella di ricreare le sculture famose sulle piante.

Cos’è l’arte topiaria?

L’arte topiaria consiste nel tagliare gli alberi come se fossero una scultura, il risultato sono forme geometriche o figurative che danno al giardino una struttura ben precisa. Ci vuole molta precisione e pazienza per arrivare a dare un’impressione di assoluta perfezione e padronanza perfetta della vegetazione del giardino.

Quali sono le piante che si adattano di più?

Le piante che si adattano meglio a questo tipo di arte sono le piante con piccole foglie che si presentano in maniera compatta. Si privilegiano piante con un fogliame persistente affinchè le sculture sussistano tutto l’anno. Gli arbusti più utilizzati sono: il bosso, il tasso e ovviamente i cipressi. Il bosso è facile da tagliare e abbastanza robusto, mentre gli altri due richiedono più cura perchè crescono molto più velocemente.

Quali sono le forme più comuni?

Sta a voi decidere la forma da dare al vostro alberello, tuttavia esiste un lessico ben preciso. Da un lato ci sono tutte le forme geometriche, come le sfere che sono molto utilizzate. Altre forme molto comuni sono le piramidi, le colonne, le spirali, i cubi e le nuvole. È possibile dare alla chioma dei vostri alberi anche forme più particolari, animali ad esempio, ma sarà preferibile usare delle armature a griglia che aiuteranno l’albero a crescere nel senso giusto e sopratutto vi guideranno nel momento della potatura.

Quali sono le regole dell’arte topiaria?

Per prima cosa è utile sapere che è più semplice tagliare delle curve che degli angoli, quindi cominciate a tagliare delle forme semplici come delle sfere e utilizzate degli arbusti di piccola taglia.

Il primo taglio va dato all’inizio della primavera, in modo tale che l’albero sia formato in settembre. Non potate in inverno, durante il gelo, rischiate di rovinare la pianta, così come quando il sole è troppo caldo. É importante sapere che il taglio va fatto dall’alto verso il basso e non viceversa, dovete andare attorno alla pianta e sopratutto non tagliate troppo! Sul lato del materiale è importante che i vostri attrezzi siano sempre affilati e puliti.