Aspiratore bagno: come scegliere gli estrattori d’aria per ambienti chiusi

      Commenti disabilitati su Aspiratore bagno: come scegliere gli estrattori d’aria per ambienti chiusi

In alcune abitazioni il locale da bagno non è dotato di finestra per cui il problema di arieggiare la stanza diventa fondamentale. Un bagno cieco non può fare a meno dell’aspiratore in grado di dare il giusto ricambio d’aria.

Nei vani senza finestra, in particolare in bagno, si creano cattivi odori, umidità e soprattutto possono proliferare batteri e muffe. La mancanza di aria e la presenza di vapori e condensa non sono certamente salutari e danneggiano nel tempo anche i muri di casa. D’obbligo quindi l’installazione di un aspiratore da bagno che garantisce l’ottimale circolazione dell’aria all’interno della stanza priva di finestra. Questo dispositivo funziona risucchiando l’umidità, gli odori e i vapori all’interno e li fa fuoriuscire all’esterno.

Si collega in genere all’interruttore della luce, visto che un bagno cieco richiede l’accensione della luce ogni qualvolta ci si entri, e la ventola entra in funzione. E’ possibile anche fissare il collegamento dell’aspiratore con un diverso pulsante indipendente da quello dell’elettricità.

Come scegliere l’aspiratore da bagno giusto

Il funzionamento degli aspiratori per il ricambio dell’aria è lo stesso per i tanti modelli oggi presenti sul mercato. Quando la ventola è accesa l’aria interna viene aspirata e attraverso un condotto viene espulsa all’esterno. Per scegliere l’aspiratore migliore per le proprie esigenze è buona cosa informarsi circa le diverse tipologie esistenti. Ogni prodotto ha caratteristiche e piccoli dettagli che possono incidere più o meno sull’acquisto.

Per quanto riguarda la potenza del motore, un bagno di medie dimensioni necessita di un aspiratore con un livello di potenza intorno ai 15 watt. Questo garantisce una portata d’aria di minimo 90 metri cubi all’ora. La portata si riferisce alla quantità di aria che l’aspiratore riesce a filtrare in un’ora. Per bagni di piccole dimensioni o di servizio è sufficiente un aspiratore con una potenza di 8 watt che riesce a muovere comunque 40-50 metri cubi all’ora. Per non sbagliare nella scelta del modello giusto è meglio contattare un tecnico che saprà indicarci l’aspiratore più performante per le necessità del bagno.

Molti degli apparecchi in commercio, ideali da installare in bagni di piccole dimensioni, sono dotati di una sola velocità di aspirazione. Sono prodotti di fascia medio-bassa ma vanno benissimo per le esigenze di uno spazio contenuto. Esistono aspiratori con due programmi di velocità, sono quelli indicati per bagni grandi, che permettono di regolare la ventilazione, più o meno veloce.

I modelli basici degli aspiratori da bagno sono molto spartani e anonimi. Se si deve inserire un apparecchio in un bagno di design meglio optare per un modello esteticamente più curato e rifinito. Ovviamente il prezzo dell’aspiratore sarà leggermente più elevato ma ne guadagnerà l’aspetto del bagno perché il dispositivo sarà più in linea con gli arredi. La forma delle pale dell’aspiratore incide molto sul buon funzionamento dell’aeratore. I prodotti migliori sono provvisti di pale con profilo alare che garantiscono più silenziosità e riescono a dare maggiori ricambi d’aria.

La rumorosità di un aspiratore si misura in decibel ed i modelli di fascia media hanno livelli che vanno dai 26 ai 34 decibel. Gli apparecchi top di gamma invece garantiscono una rumorosità inferiore ai 26 decibel. Va anche sottolineato che maggiore è la potenza dell’aspiratore minore è la silenziosità del dispositivo in azione.

L’aspiratore ha un consumo esiguo, in genere varia dai 10 ai 20 watt al massimo. Meglio in ogni caso, prima dell’acquisto, informarsi su questo leggendo le specifiche del prodotto.

Tipologie di aspiratori

Gli aspiratori da bagno si suddividono anche in base alla categoria di appartenenza. Esistono gli aspiratori in linea, quelli elicoidali e quelli radiali o centrifughi.

I modelli in linea vengono posizionati nella condotta e sono perfetti per togliere e immettere aria in bagno. Gli aspiratori elicoidali sono i migliori, in grado di muovere masse d’aria a bassa pressione in quantità. L’aspirazione e lo scarico avvengono in parallelo all’asse del motore, cioè in orizzontale.

Infine gli aspiratori radiali possono muovere bassi volumi di aria ad alta pressione. Il loro scarico è in perpendicolare e sono dotati di una coclea dove si raccoglie l’aria che passa dalla ventola.

Dove posizionare l’aspiratore da bagno?

Ultimo elemento da prendere in considerazione è la posizione dell’aspiratore all’interno del bagno. A volte ci sono posti obbligati dove collocare la ventola di aspirazione mentre se si può scegliere il posto il consiglio è quello di sistemarla sopra la zona doccia, punto critico per la condensa e l’umidità.

Da tenere presente che per essere collegato l’aspiratore necessita di un contatto con l’impianto elettrico e uno con l’esterno quindi innanzitutto va trovato lo spazio per gli allacci.

Prezzi

L’aspiratore da bagno rientra in genere in una fascia di prezzo che oscilla tra i 15 e i 60 euro. Disponibili sul mercato apparecchi diversi per modello, marca e funzioni il cui prezzo può variare: l’importante è scegliere la tipologia più adatta ai propri bisogni. Può avere un costo diverso, anche su modelli identici, se viene acquistato online oppure in negozi fisici. Il consiglio è quello di leggere con attenzione, oltre alle caratteristiche del prodotto, anche le recensioni degli utenti che hanno già acquistato il prodotto.

Aspiratore per bagno migliore

Vi consiglio questo modello che risulta il più venduto su Amazon con un gran numero di recensioni, di cui un’alta percentuale molto positive. Si tratta ovviamente di un modello di design, molto silenzioso, a due velocità di funzionamento e provvisto di timer che prevede la disattivazione ritardata da pochi secondi fino a 30 minuti.

38,31€
disponibile
5 nuovo da 38,31€
2 usato da 30,45€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 22 Ottobre 2019 16:59

About i-casa

Diplomato geometra, anche se non ho proseguito la professione, mi è rimasta una certa sensibilità verso tutto quello che riguarda il mondo della casa, in particolare per l'arredamento. Appassionato di fai da te, mi piace lavorare con il cartongesso, con il quale è quasi sempre possibile trovare soluzioni creative e funzionali. Adoro tutti quegli elettrodomestici che possono rendere la vita in casa più piacevole.