Bonus casa 2018: confermati e ampliati nella Legge di Bilancio

      Commenti disabilitati su Bonus casa 2018: confermati e ampliati nella Legge di Bilancio

Recentemente il Ministro delle Infrastrutture Del Rio ha confermato quella che è una buona notizia per molti italiani: sono stati infatti confermati ed ampliati i bonus casa nella nuova legge di bilancio.

In particolare l’attenzione del Ministro è rivolta verso gli ecobonus ed i cosiddetti sismabonus, questi ultimi mai veramente decollati.

I condomini necessitano spesso di lavori da un punto di vista di messa in sicurezza e risparmio energetico. Proprio per i condomini si vorrebbe portare la durata del bonus a 5 anni, non più quindi su base annuale e questo per fornire maggiore stabilità. Tutte le proposte dovranno poi essere convalidate e confermate dal Ministero delle Finanze.

Da studi effettuati sembra che il sismabonus abbia difficoltà a partire nonostante, per ovvi motivi, rimanga una vera e propria priorità per il Governo. I bonus per la ristrutturazione e la riqualificazione energetica, invece, sono sempre molto richiesti ogni anno, motivo per il quale è necessario confermarli e potenziarli nella nuova Legge di Bilancio.

Sembra che le modifiche riguarderanno qualsiasi credito d’imposta esistente. Avremo quindi una un bonus del 65% sui lavori per il risparmio energetico, l’85% di riduzioni per il sisma bonus ed infine una riduzione del 50% sui lavori di ristrutturazione semplice.

Questa ultima voce, in particolare, è quella più interessante per un gran numero di persone dal momento che, oltre ad includere i lavori di ristrutturazione, comprende anche l’acquisto dei sistemi per mettere in sicurezza la propria abitazione. In questo modo i prezzi dell’impianto d’allarme che deciderai di installare per proteggere la tua casa saranno ancora più convenienti.

In generale, poi, questi bonus saranno ampliati come, ad esempio, il bonus città per chi decide di effettuare lavori di riqualificazione urbana, in particolar modo per gli interventi del verde urbano finanziati da privati. Anche l’edilizia agevolata ha pieno diritto di rientrare nel bonus e per i condomini è previsto una ristrutturazione delle facciate dei palazzi. Infine, anche i capannoni delle imprese potranno richiedere il sismabonus.

Parlando nello specifico del sismabonus ovvero l’incentivo più complesso per il Governo, tipicamente il bonus può essere richiesto per gli interventi iniziati il 1 gennaio 2017 fino all’intero 2021. L’importo effettivo del bonus dipende poi da quanto l’intervento sarà risolutivo ed efficace.

Secondo il Presidente della Commissione Ambiente della Camera, Ermete Realacci, è fondamentale inserire l’estensione del bonus antisismico, in aggiunta, anche per quelle che sono le spese ai fini della certificazione statica rilasciata da professionisti.

Grande attenzione, quindi ad una tematica attuale e molto importante come quella degli incentivi ed i bonus casa per moltissimi italiani.

About i-casa

Diplomato geometra, anche se non ho proseguito la professione, mi è rimasta una certa sensibilità verso tutto quello che riguarda il mondo della casa, in particolare per l'arredamento. Appassionato di fai da te, mi piace lavorare con il cartongesso, con il quale è quasi sempre possibile trovare soluzioni creative e funzionali. Adoro tutti quegli elettrodomestici che possono rendere la vita in casa più piacevole.