Caminetto prefabbricato: tipologie, aspetti strutturali, normative e prezzi

      Commenti disabilitati su Caminetto prefabbricato: tipologie, aspetti strutturali, normative e prezzi

Il caminetto prefabbricato rappresenta una soluzione versatile e di facile installazione qualora decidiate di aggiungere in casa un caminetto a legna. Diventa un piacevole elemento d’arredo intorno al quale scaldarsi nelle fredde serate invernali, in grado di regalare calore e ospitalità.

Esistono diverse tipologie di camini prefabbricati tra i quali scegliere, diversi per finiture, modelli, materiali e rivestimenti, prezzi. In genere si possono installare sia in ambienti interni che all’esterno e grazie ai mattoni refrattari permettono l’accumulo di calore e la diffusione dello stesso. In questo articolo vediamo nel dettaglio tutte le loro caratteristiche, comprese quelle relative all’installazione vera e propria. Bisogna infatti tener conto del tipo di solaio in relazione alla struttura che si intende montare, visto che il peso dei caminetti prefabbricati è piuttosto elevato.

Caminetto prefabbricato

Prima di procedere all’acquisto di un caminetto è fondamentale analizzare la fattibilità dell’installazione. Bisogna accertarsi che l’intervento sia possibile, nel rispetto dei criteri stabiliti dalla normativa Uni 10683. Esistono infatti dei parametri da considerare, di carattere strutturale e architettonico ma anche aspetti legati alla canna fumaria e alla collocazione del comignolo. Infine, ma non meno importante prima di procedere all’acquisto di un camino prefabbricato, è importante verificare se il regolamento condominiale ne consente l’installazione.

Aspetti strutturali

Per prima cosa va sottolineato che la presa d’aria esterna deve avere una larghezza pari alla metà di quella della canna fumaria. Essa può essere predisposta sia lateralmente rispetto al camino che più spostata così da avere un’installazione comunque libera.

Architettura

Dal punto di vista architettonico il camino, se possibile, va posizionato in uno spazio aperto della stanza e non in angoli chiusi. Ovviamente bisogna tener conto della presenza della canna fumaria e collocare il caminetto prefabbricato in prossimità di essa.

Canna fumaria

E’ proprio l’allacciamento alla canna fumaria a vincolare la disposizione del caminetto: la cosa migliore è che l’imbocco della stessa sia verticale rispetto al camino. Se ciò non è possibile il canale di fumo va inclinato calcolando che l’inclinazione non superi i 45°. Solo così si ha la sicurezza che i fumi fuoriescano in maniera corretta. In alcuni edifici, dove sono presenti particolari solai e travi, la canna fumaria viene fatta correre all’esterno. Ciò prevede l’impiego di tubi in acciaio che possono essere rivestiti con del cartongesso. La copertura serve sia per isolare meglio il calore evitandone la dispersione, sia per una funzione estetica.

Comignolo

Dai comignoli si sprigionano i fumi di combustione verso all’esterno, per cui è bene controllare che non ci siano materiali ostruttivi come muretti o altri camini che ne impediscono la corretta fuoriuscita.

Tipologie di caminetti prefabbricati

Decidere quale caminetto prefabbricato acquistare non è così semplice come sembra perché ne esistono tante tipologie con design e finiture diverse. Prima di effettuare la scelta analizzate le seguenti possibilità.

Caminetti prefabbricati finiti

Come suggerisce il nome stesso si tratta di caminetti pronti all’uso, finiti sia nella parte interna che in quella esterna. Sono già assemblati e solitamente realizzati in metallo con alcune parti in materiale refrattario o cornice in legno. Sono pronti da montare, non richiedono che il collegamento alla canna fumaria.

Caminetti prefabbricati semifiniti

Questi caminetti sono dotati di tutta la struttura cioè di focolare, cappa e altri componenti che vanno soltanto assemblati una volta portati a casa. Richiedono una personalizzazione con l’inserimento di dettagli, come la scelta di materiali refrattari e ignifughi o altre soluzione estetiche.

Caminetti prefabbricati grezzi

Sono camini che si presentano in metallo e in ghisa con cappa e focolare. Il prefabbricato grezzo è costituito da una struttura spartana e basica che consente di installare un braciere e le griglie per cuocere i cibi. Il calore si irradia all’interno in maniera omogenea. Anche questa tipologia può essere arricchita e personalizzata a seconda delle esigenze.

Vantaggi di un caminetto prefabbricato

Il vantaggio principale del caminetto prefabbricato è senza dubbio la sua estrema facilità di installazione e di posa. La struttura consente, grazie ai materiali refrattari, un alto grado di resistenza alle temperature elevate. Ne consegue che il calore si manterrà poi per lungo tempo all’interno dell’ambiente da riscaldare.

In genere il produttore consegna il caminetto prefabbricato pronto alla posa in opera completo di tutti i materiali, per cui non servono altri accessori. E’ possibile sceglierlo in diverse dimensioni in base agli spazi predisposti in casa. Ci sono caminetti da parete, bifrontali, o ad angolo che ben si adattano ad ogni esigenza strutturale ed estetica.

Per quanto riguarda l’installazione, l’unica accortezza è quella di mantenere le distanze minime da pareti ed altri componenti dell’arredamento, seguendo le indicazioni del produttore.

Svantaggi

Svantaggi veri e propri non ce ne sono. Orientarsi verso un caminetto prefabbricato prevede l’acquisto di un blocco unico, già completo di tutto, per cui c’è soltanto poca libertà nella personalizzazione della struttura. Per contro si tratta di una soluzione perfetta per dotare la casa di un camino, in quanto non sono richiesti grandi lavori di edilizia che richiederebbero molto più tempo e risorse.

Il camino da cottura: soluzione economica e performante

Il camino prefabbricato da cottura affianca al classico sistema che garantisce il calore per riscaldare, quello per la cottura dei cibi. E’ una duplice funzione molto apprezzata, che permette di godere appieno delle eccellenti prestazioni fornite da questa tipologia di caminetti prefabbricati.

Si può posizionare sia all’interno che all’esterno, a seconda delle esigenze per la quale viene predisposto. Si può installare in giardino per preparare cibi alla brace oppure si può inserire dentro casa. La resa termica di questi caminetti è molto elevata; inoltre è possibile convogliare il riscaldamento in appositi bocchettoni presenti in ogni stanza dell’edificio per riscaldare. Il sistema prevede anche la produzione dell’acqua calda sanitaria, in modo da avere un notevole risparmio energetico.

Caminetti prefabbricati prezzi

Il prezzo di un caminetto a legna è molto variabile perché dipende dalle sue dimensioni e dalla qualità di materiali e design. Indicativamente possiamo dare un valore che oscilla fra i 1000 e i 3000 euro. La posa di un caminetto prefabbricato può variare dai 150 ai 600 euro e dipende molto dai costi della manodopera della zona in cui si abita. Ovviamente ad occuparsi della posa deve essere una azienda di professionisti che rilascerà al termine dei lavori una dichiarazione di conformità. Da questi costi sono esclusi eventuali opere murarie ed eventuali richieste di permessi. Consiglio di non fermarsi al primo preventivo ma di valutarne almeno 4 o 5 per avere un’idea più chiara dell’offerta migliore da scegliere.

Caminetto refrattario a legna angolo e parete mc 50 VZ100

Caminetto camino refrattario cucina cibi legna angolo e parete mc 50 VZ100

About i-casa

Diplomato geometra, anche se non ho proseguito la professione, mi è rimasta una certa sensibilità verso tutto quello che riguarda il mondo della casa, in particolare per l'arredamento. Appassionato di fai da te, mi piace lavorare con il cartongesso, con il quale è quasi sempre possibile trovare soluzioni creative e funzionali. Adoro tutti quegli elettrodomestici che possono rendere la vita in casa più piacevole.