Cartongessi cucina: consigli, costo ed agevolazioni

      Commenti disabilitati su Cartongessi cucina: consigli, costo ed agevolazioni

Il cartongesso è un materiale il cui utilizzo è davvero utile ed efficace in diversi ambiti. Tanto per cominciare, se applicato sul soffitto di un’abitazione, protegge il muro dall’umidità ed è l’ideale per nascondere impianti fastidiosamente visibili. Migliora ulteriormente l’isolamento acustico, la coibentazione e permette una distribuzione funzionale dell’illuminazione, rendendola meno forte dove necessario.

Dato che la resistenza di questo materiale supera quella dei classici mobili, con i cartongessi è possibile personalizzare il proprio arredamento, realizzando dunque mensole, pareti divisorie, isole attrezzate e quant’altro.

Collocato dove serve, va benissimo per l’intera casa, e quindi anche e soprattutto per la cucina, una delle zone più sfruttate che grazie al cartongesso risulta molto più funzionale ed esteticamente gradevole. È possibile poi rivestire tutto con la modalità che preferiamo: esistono infatti i rivestimenti in legno, in pietra, o quelli più moderni a effetto marmo.

Non ci resta che approfondire l’argomento qui di seguito, partendo dal costo dei lavori in cartongesso, abbinando alcuni consigli per la cucina fino ad arrivare alle agevolazioni previste in questo periodo.

Il costo dei lavori in cartongesso per la cucina

Il prezzo per i lavori in cartongesso realizzati in cucina è soggetto ad alcune variazioni, in base allo spessore del cartongesso stesso (il minimo disponibile in commercio, in genere, è di circa 13 millimetri), alla mole di lavoro da fare, ai materiali che si stanno utilizzando, e a tanti altri fattori.

Solitamente si parte da 20 euro al mq, ma per le mensole e le nicchie realizzate in cartongesso fibrorinforzato il prezzo sale ad almeno 50 euro al mq, al quale aggiungere quello dei rivestimenti.

Per le cucine a isola, con circa 35 euro al mq si possono realizzare cappe in cartongesso con lastre incombustibili nelle quali contenere impianti. Saliamo invece a 55 euro al mq nel caso in cui si preferisca il cartongesso ignifugo, che viene utilizzato per rivestire forni a legna e focolari.Muro in cartongessoSoffermiamoci adesso sul soffitto della cucina: se avete in mente di isolarlo con il cartongesso, ottenendo una specie di cappotto termico, per farlo occorre utilizzare particolari lastre accoppiate con fibra di vetro, sughero, lana di roccia oppure polistirene, al costo di circa 40 euro al mq (il prezzo può variare leggermente in base alla tipologia di isolante impiegato).

Può anche capitare di scorgere macchie di umidità sul muro, dunque, per prevenire questo fenomeno, l’ideale è senza dubbio ricorrere al cartongesso antivapore a un prezzo minimo di 25 euro al mq.

Le pareti divisorie, ovvero quelle che separano due ambienti o più semplicemente una stanza da un’altra, costano all’incirca 60 euro al mq.

Specifichiamo che quelli riportati in questo articolo sono comunque tutti prezzi indicativi; vi consigliamo di valutare e confrontare voi stessi diversi preventivi nella zona in cui vivete, non meno di due/tre, e di rivolgervi a più professionisti del settore, per scegliere il prezzo che reputate più conveniente al fine di risparmiare il più possibile. In molti casi, si riesce anche a raggiungere un compromesso che soddisfi entrambe le parti. L’importante è che non venga mai penalizzata la qualità del lavoro.

Le velette in cartongesso per la cucina

Un’altra delle numerose alternative è rappresentata dalle velette in cartongesso da posizionare sopra la cucina, allo scopo di ridurre la distanza tra essa e il soffitto, per un’illuminazione più diretta e specifica. Le velette aperte permettono un’illuminazione più diffusa, quelle chiuse sono dotate di faretti da incasso. Per entrambe le tipologie, il costo parte da circa 30 euro al mq. Troviamo infine le velette posizionate proprio al di sopra del piano della cucina, il cui prezzo si aggira intorno ai 35 euro al mq e sono spesso anti umidità.

Come scegliere rivestimenti e faretti per il cartongesso in cucina

Di solito, nel costo dei lavori in cartongesso è incluso anche quello della tinteggiatura e della rasatura a intonaco, ma quello dei rivestimenti e delle illuminazioni può non esserlo: entrambi questi ultimi elementi, tuttavia, vanno valutati e selezionati con attenzione, per poterne curare al meglio la pulizia e la manutenzione.

Le possibilità di scelta sono varie e molto soggettive: vanno benissimo tutti i tipi di rivestimento, quelli a effetto marmo, legno o pietra, le piastrelle in ceramica, il tutto a un prezzo che parte da 5 euro al mq, esclusa la posa.FarettoPer quanto riguarda invece l’illuminazione, al cartongesso sul soffitto della cucina possono essere associate diverse tipologie, come i faretti, i tubi a neon e le luci a led flessibili. Queste ultime, ovvero le luci a neon, sono le più utilizzate dal momento che durano di più e permettono di risparmiare sui costi energetici. Una delle soluzioni più gettonate e moderne per il cartongesso in cucina è rappresentata dai cosiddetti “tagli di luce”, che altro non sono che delle lampade a led applicate in particolari profili in gesso da incasso. Il risultato è davvero originale.

36,99€
66,32
1 nuovo da 36,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 3 dicembre 2018 9:55

Qualunque sia la vostra scelta, potete posizionare tutto dove più preferite in base ai vostri gusti, a patto che sia distante dal lavandino.

Le agevolazioni attualmente disponibili

In questo periodo, inoltre, non mancano le agevolazioni: a chi effettua interventi straordinari di manutenzione in casa propria (miglioramenti energetici, spostare o realizzare nuove pareti, e quant’altro) fino al 31 Dicembre del 2018 spetta un rimborso Irpef della spesa pari al 50%. Potete ottenerlo pagando il cosiddetto bonifico parlante, nel quale specificare: nome, cognome e codice fiscale, numero della fattura, ragione sociale o partita Iva di chi riceve il pagamento, e il riferimento normativo (16-bis del Dpr 917/1986).

About i-casa

Diplomato geometra, anche se non ho proseguito la professione, mi è rimasta una certa sensibilità verso tutto quello che riguarda il mondo della casa, in particolare per l'arredamento. Appassionato di fai da te, mi piace lavorare con il cartongesso, con il quale è quasi sempre possibile trovare soluzioni creative e funzionali. Adoro tutti quegli elettrodomestici che possono rendere la vita in casa più piacevole.