Come creare il marrone per verniciare cancello, ringhiera o garage

      Commenti disabilitati su Come creare il marrone per verniciare cancello, ringhiera o garage

Il marrone viene utilizzato prevalentemente per verniciare le ringhiere dei balconi, oppure cancelli e staccionate di legno o per porte di garage. Se è arrivato il momento di dare una bella verniciatura e avete trovato un po’ di vecchi barattoli di vernice ma vi manca proprio questo colore, vediamo come creare il marrone partendo da altri colori.

Come sappiamo esistono i colori primari che mescolandosi tra loro danno origine ad altri colori. Sono il giallo, il blu e il rosso. Vediamo come creare il marrone, partendo da questi colori.

La ruota dei colori

La ruota dei colori è un disco che presenta la perfetta suddivisione tra primari, secondari (che si ottengono mescolando i colori primari) e infine quelli terziari (che si ottengono mescolando un primario con un secondario). Ottenere il marrone non è un’operazione molto difficile, ma se si vuole una tonalità particolare si dovranno mescolare i colori con una certa attenzione, in modo che uno sia dominante rispetto ad un altro.

A questo punto, quello che dobbiamo decidere è se ci basta semplicemente un colore marrone semplice, o se si vuole ottenere una specifica sfumatura, perché si dovranno seguire strade diverse.

Colori complementari e creazione del marrone

Per creare il colore marrone si necessita di conoscere quale procedimento seguire. Attraverso la miscela dei colori primari si ottengono i colori complementari, ovvero l’arancione, il verde e il viola. Unendo questi colori complementari con un primario si ottiene il marrone. Scopriremo adesso quali sono i 4 metodi attraverso i quali si può ottenere il colore desiderato:

  • Mescolando il giallo con il rosso si ottiene l’arancione (il rosso deve essere in quantità maggiore). Mescolando l’arancione con il blu si ottiene il marrone.
  • Mescolando il colore giallo con il blu si otterrà il verde (qua dovrà essere usata la stessa quantità di entrambi i colori primari). Mescolando il verde con il rosso si ottiene il marrone.
  • Mescolando il colore rosso con il blu si ottiene il viola (anche in questo caso dovrà essere usata la stessa quantità di entrambi i colori primari). Mescolando il viola con il giallo si ottiene il marrone.

I tre punti daranno origine ad un colore marrone di diversa tonalità.

Colore marrone: come crearlo chiaro o scuro

Ottenuto il marrone abbiamo già creato un colore terziario partendo da quelli primari. Se però volessimo avere una tonalità ancora diversa? In pratica, se ci servisse di rendere il colore ottenuto più chiaro o più scuro? Nessuno problema, in questo caso entrano in scena altri due colori, che ci potranno aiutare nel modificare la tonalità.

Parliamo di quelli che sono definiti colori neutri, ovvero il bianco e nero, che faranno del marrone il colore giusto che fa al caso a nostro. Se lo si vuole scurire, andrà aggiunta una certa tonalità di nero, fino a quando non si avrà il colore che si cerca. Allo stesso modo si farà con il bianco se il nostro obiettivo è quello di rendere più chiaro il marrone.

È bene ricordare di agire con molta cautela, perché aggiungendo troppo di uno o dell’altro si rischia di creare una tonalità troppo scura o tropo chiara, dalla quale tornare indietro sarà molto difficile.

Per chi cerca qualcosa in più si può puntare a cambiare la brillantezza del marrone, che sarà possibile grazie ad una maggiore quantità dei colori miscelati all’origine. Se invece lo si vuole più spento, basterà aggiungere un po’ di grigio.