Casa domotica cosa bisogna sapere

      Commenti disabilitati su Casa domotica cosa bisogna sapere

Grazie all’automazione ed alla tecnologia, la domotica consente di migliorare la vita degli abitanti di una casa, offrendo loro sicurezza, affidabilità e risparmio energetico attraverso una gestione integrata e centralizzata di differenti funzioni.

Principali vantaggi

Un impianto domotico per abitazioni consente di usufruire di numerosi vantaggi come, ad esempio, controllare il sistema di illuminazione o l’impianto di climatizzazione o, ancora, gestire impianti audio, sistemi di sicurezza o irrigazione del giardino.

Automazione

La domotica automatizza le principali azioni quotidiane, come alzare o abbassare le tapparelle o accendere e spegnere il riscaldamento.

Risparmio energetico

Grazie ad una gestione semi-autonoma delle risorse energetiche, i consumi sono ottimizzati.

Semplicità

La domotica si prefigge l’obiettivo di rendere semplici le principali operazioni quotidiane; per tale motivo, è necessario che il controllo e l’impostazione dei comandi siano intuitivi e adatti a tutti. Il pannello touchscreen deve poter consentire anche una gestione semplificata attraverso PC o smartphone, in modo da rendere la tecnologia user-friendly.

Continuità

In un impianto di domotica la continuità deve essere una qualità indispensabile; in caso di guasti, sarà il sistema stesso ad avvisare del suo malfunzionamento.

Affidabilità

L’impianto é affidabile e sicuro.

Economia

Anche se al momento, almeno in Italia, i sistemi di domotica non sono ancora molto diffusi, i costi di gestione, installazione ed implementazione si stanno abbassando per consentire a tutti un miglioramento della vita all’interno della propria abitazione.

Automazione ed interfaccia utente

A seconda della disposizione dei locali o dell’edificio considerato, è possibile scegliere tra due principali sistemi di automazione; l’unità centrale gestisce tutto, grazie ad informazioni recepite da sensori e rilevatori, ma é possibile servirsi anche di un sistema che offre una gestione localizzata a seconda della struttura considerata. Anche in quest’ultimo caso, comunque, il sistema si riconduce ad una interazione globale.

A dimostrazione della forte personalizzazione di questi sistemi, la domotica può essere applicata anche solo in maniera parziale, affidando all’automazione solo determinate funzioni come, ad esempio, la regolazione del riscaldamento o l’impianto di illuminazione. In questo caso, è  possibile gestire gli impianti anche attraverso l’utilizzo di un semplice computer.

Limiti

In realtà, anche se la domotica non ha svantaggi particolari, vi sono alcuni limiti derivati, soprattutto, dal fatto che in Italia questi sistemi non sono molto utilizzati.

  • La domotica é un argomento relativamente nuovo qui in Italia e si ha poca informazione al riguardo.
  • Mancanza di competenza del personale tecnico. I tecnici che si trovano ad installare sistemi di questo, molto spesso, non hanno sufficienti competenze e familiarità con la domotica.
  • Costi elevati. Ovviamente, rispetto ad un’installazione di tipo tradizionale, un sistema di domotica ha costi maggiori.
  • Funzionalitá non strettamente necessaria. La domotica non viene considerata necessaria; inoltre, chi dispone di impianti tradizionali, difficilmente, accetta di aggiornarsi, sia per i costi che per la gestione di interventi tecnici all’interno della propria casa.
  • Paura della tecnologia. Tutto ciò che si presenta come strettamente legato alla tecnologia tende a spaventare, soprattutto per il timore di non riuscire a gestire eventuali problemi che potrebbero presentarsi.

About i-casa

Diplomato geometra, anche se non ho proseguito la professione, mi è rimasta una certa sensibilità verso tutto quello che riguarda il mondo della casa, in particolare per l'arredamento. Appassionato di fai da te, mi piace lavorare con il cartongesso, con il quale è quasi sempre possibile trovare soluzioni creative e funzionali. Adoro tutti quegli elettrodomestici che possono rendere la vita in casa più piacevole.