Dipingere casa: imbianchino o il fai da te?

      Commenti disabilitati su Dipingere casa: imbianchino o il fai da te?

Se dovete dipingere la vostra casa, allora vi troverete davanti ad un bivio inevitabile: chiamare l’imbianchino, oppure optare per il fai da te? È tutta una questione di costi ed opportunità, che devono essere presi in considerazione tenendo sempre presente che comunque, l’attività e la manualità richiesta per dipingere una casa, sono da non prendere sottogamba. Anzi…

La manutenzione della casa richiede in ogni determinato arco di tempo, una imbiancatura che deve avvenire al massimo nell’arco di quattro o cinque anni. Se il lavoro è stato fatto per bene, allora la manutenzione può anche slittare di qualche anno in più, ma è pur sempre necessaria, sia sotto il profilo estetico che sotto il profilo igienico. Scegliere il fai da te per imbiancare la propria casa, potrebbe essere una scelta da prendere in considerazione, solo se effettivamente siete almeno un po’ esperti del settore e quindi, se sapete davvero a cosa state andando incontro. Invece, diversamente, è meglio desistere: tra scelta di prodotti e lavoro manuale, diventerà davvero difficile riuscire a mettere in campo un’imbiancata chi sia fatta bene e che quindi possa durare nel tempo, senza crearvi dei problemi o delle brutte spaccature sulle vostre mura. Il lavoro dell’imbianchino non può essere sostituito solo con un po’ di fantasia e poi, a volte, non ne vale neanche la pena da un punto di vista economico. Infatti, sul mercato per fortuna sono presenti molte opzioni che vi daranno la possibilità di scegliere il tipo di professionista e di lavoro che vi permetterà, anche a costi ridotti, di ottenere un intervento fatto in maniera professionale.

Quando invece optate per il fai da te, dovete comunque prendere in considerazione il costo e la spesa da sostenere (e non è mai bassa) per l’attrezzatura, nonché quella per i prodotti necessari ad un’imbiancata che sia degna di questo nome. Diventa anche difficile mescolare i prodotti nel modo giusto e soprattutto, rispettare le proporzioni del materiale da utilizzare. Quindi, il consiglio è sempre di optare per l’imbianchino, a meno che non siete esperti effettivamente di pittura e tinteggiatura. Per scegliere un imbianchino, bisogna sempre partire da una sorta di analisi del mercato: se ad esempio, state cercando un imbianchino nella zona di Milano, allora potete iniziare a cercare sulle pagine utili o sul web, con le parole chiave ” imbianchino Milano ” e contattare tutti i professionisti che magari, hanno pubblicato un annuncio con i servizi che mettono a disposizione della clientela.

Un valido professionista vi chiederà sicuramente un sopralluogo, prima di effettuare un preventivo. Anche la scelta però, dovrà sempre tenere conto di una serie di fattori, come ad esempio, la scelta della vernice per pittare la casa, tenendo presenti le diverse tipologie, soprattutto prendendo in considerazione la loro durata nell’arco del tempo. Risparmiare sui materiali non è un mai una buona opzione, se poi questo vorrà dire che comunque, sarà necessario effettuare più interventi di manutenzione nel corso degli anni. Infine, sarà fondamentale anche concordare con il professionista scelto, tutti i tipi di lavoro in cui bisognerà intervenire in maniera più netta, magari per alcune screpolature oppure per zone rovinate. Una volta stabiliti tutti gli interventi da fare nel dettaglio, allora non vi resterà che iniziare.

About i-casa

Diplomato geometra, anche se non ho proseguito la professione, mi è rimasta una certa sensibilità verso tutto quello che riguarda il mondo della casa, in particolare per l'arredamento. Appassionato di fai da te, mi piace lavorare con il cartongesso, con il quale è quasi sempre possibile trovare soluzioni creative e funzionali. Adoro tutti quegli elettrodomestici che possono rendere la vita in casa più piacevole.