Il disconnettore idraulico per il trattamento dell’acqua potabile

      Commenti disabilitati su Il disconnettore idraulico per il trattamento dell’acqua potabile

In Italia l’installazione del disconnettore idraulico è richiesta dalle normative vigenti, tuttavia sembra un argomento davvero poco conosciuto e troppo spesso ignorato.

Cosa è il disconnettore idraulico?

Di fatto è un sistema di protezione contro il reflusso verso la rete pubblica per evitare la contaminazione della stessa. Più in generale, il disconnettore idraulico è una componente estremamente utile per gli impianti idraulici proprio perché la sua funzione principale è quella di evitare eventuali contaminazioni causate dal reflusso della rete pubblica verso quella privata.

Ma in quali campi può essere utilizzato il disconnettore idraulico? Ad esempio negli impianti di riscaldamento autonomo e centralizzato, quindi un argomento sicuramente interessante per molti. Moltissimi e variegati gli altri campi di utilizzo. Abbiamo gli allevamenti di animali, gli ospedali, le piscine pubbliche e private, gli hotel ed i ristoranti, industrie alimentari ma anche di molte altre tipologie.

Come viene installato il disconnettore idraulico

Prima di tutto è importante ricordare che il disconnettore idraulico può e deve essere installato solamente da installatori qualificati che riescono quindi a rispettare la vigente normativa. Niente di peggio di avere un disconnettore idraulico installato male e che quindi non funziona!

La posizione di installazione è orizzontale e questo perché lo scarico in fognatura deve avvenire per la forza di gravità. In questa posizione si evitano anche eventuali allagamenti. In ultimo, è sempre richiesto che il disconnettore idraulico venga controllato almeno una volta all’anno per verificare che tutto funzioni correttamente.

Come risolvere i problemi del disconnettore idraulico

Può accadere che, a volte, il disconnettore idraulico presenti alcune problematiche, vediamo quindi le principali anomalie che possono essere riscontrate e come capire di cosa si tratta:

  • Leggera perdita d’acqua dalla valvola di scarico del connettore in fase di carico
  • continuo trafilamento d’acqua verso la valvola di scarico del disconnettore
  • una perdita continua attraverso la valvola di scarico durante lo scarico d’acqua

Nel primo caso potrebbe essersi verificata una variazione di pressione, in questo caso non bisogna fare nulla in quanto la pressione aumenterà non appena viene caricata l’acqua ed il problema si risolverà da solo.

In caso di continuo trafilamento d’acqua, la cartuccia potrebbe essere sporca o la guarnizione essere rovinata. E’ necessario smontare il dispositivo e verificare. La cartuccia può essere pulita mentre la guarnizione rotta deve essere sostituita.

Nell’ultimo caso la causa più probabile è un danno alla seconda valvola di ritegno. L’unica soluzione possibile in questo caso è sostituirla.

In generale e per problemi più rilevanti si consiglia sempre di rivolgersi al tecnico che ha effettuato l’installazione.