Faretti per cartongesso: quali scegliere e dove acquistarli

      Commenti disabilitati su Faretti per cartongesso: quali scegliere e dove acquistarli

I faretti a LED nella propria abitazione sono una scelta sempre più ricercata dalle persone, perché vantaggiosa secondo molti dal punto di vista del consumo di elettricità. Nel nostro articolo andremo a conoscere questo tipo di elemento per illuminare gli ambienti, cercando di cogliere tutti gli aspetti positivi nel suo utilizzo costante nel tempo. Per coloro che hanno una parete rivestita con lastre di gesso, una soluzione ottimale è quella di acquistare online i faretti per cartongesso.

I faretti a LED: tutti i tipi in circolazione

I faretti a LED possono essere trovati in commercio in almeno tre grandi gruppi:

  • I faretti da parete: questi presentano un numero di diffusori variabile a seconda del modello che si acquista.
  • I faretti da incasso: trattasi di una scelta pratica ed estetica, nella quale il blocco contenente i fili è interno alla parete e quindi non a vista.
  • I faretti da esterno: utili per chi possiede spazi esterni come cortili, vialetti, giardini etc.

Prima di acquistare i faretti a LED si dovrà avere chiaro il quadro d’insieme, ovvero scegliere il modello in base alla necessità di illuminazione di ogni singolo ambiente. Non solo, essendo i LED finalizzati a evidenziare di ogni area il suo principale punto di forza, anche la loro posizione non è da trascurare.

Per i motivi sopracitati, quando si devono acquistare i faretti a LED bisogna vagliare tutte le varie soluzioni possibili, cercando tra queste la migliore per le proprie esigenze. Elementi di cui tenere conto per l’acquisto sono: la potenza, il colore, l’attacco, l’angolazione, il ciclo di vita dei LED e infine, elemento non meno importante degli altri l’indice cromatico.

Gli elementi nel dettaglio

Vediamo da vicino quali sono le caratteristiche dei singoli elementi che caratterizzano i faretti a LED:

Potenza: espressa in Watt (W), è l’aspetto che sta ad indicare l’intensità luminosa. Sopra alle confezioni si trovano elencate le comparazioni tra i faretti alogeni e quelli a LED.

Colore e temperatura: colore e temperatura sono elementi che diventano essenziali quando si parla di faretti a LED. Quando si deve scegliere il colore, è bene tenere presente che deve essere propedeutico all’ambiente circostante. Sulle confezioni si trovano indicate le differenti colorazioni della luce prodotte dai faretti LED, ovvero se sono a luce fredda bianca, a luce neutra bianca o a luce calda bianca.

Attacco e angolazione: sono due elementi fondamentali di cui tenere conto quando si sceglie di inserire i faretti a LED in un ambiente. In base a come si deve illuminare una stanza, sarà necessaria una certa angolazione del fascio luminoso, non è detto però che una volta trovato il punto giusto esso sia predisposto a poter inserire il blocco dei fili.

Indice cromatico e ciclo vita dei faretti a LED: questo dato sta ad evidenziare la capacità cromatica che i faretti a LED restituiscono illuminando gli elementi presenti all’interno di una stanza. Il valore si esprime in CRI, acronimo di Color Rendering Index. I faretti al LED di colore caldo hanno un CRI sopra gli 80, quelli freddi hanno un indice molto più basso.

Per quanto riguarda un decreto dell’Unione Europea, per ciclo di vita dei faretti a LED si intende il periodo che va dalla sua iniziale accensione, al momento in cui il suo flusso luminoso perde potenza e scende sotto il 70 percento. Molti invece continuano a utilizzarli fino al loro completo esaurimento.

About i-casa

Diplomato geometra, anche se non ho proseguito la professione, mi è rimasta una certa sensibilità verso tutto quello che riguarda il mondo della casa, in particolare per l'arredamento. Appassionato di fai da te, mi piace lavorare con il cartongesso, con il quale è quasi sempre possibile trovare soluzioni creative e funzionali. Adoro tutti quegli elettrodomestici che possono rendere la vita in casa più piacevole.