Ghiaino lavato e ghiaia: differenze

      Commenti disabilitati su Ghiaino lavato e ghiaia: differenze

Il ghiaietto lavato (o ghiaino lavato), è un composto che si presenta utile ed essenziale per diversi impieghi da esterno, come ad esempio parchi, giardini e perfino zone pedonali. La ghiaia mista a cemento si presenta perfetta sia per la praticità che per la durabilità, elemento di elevata importanza quando si parla di zone ad alto flusso, quindi con numerosi passaggi di persone o mezzi di trasporto. Andiamo a vedere da vicino questo composto.

Preparazione del ghiaino lavato

Vediamo come si deve procedere per preparare la base di ghiaino lavato.

Il primo passo da compiere è quello di preparare il fondo, in pratica si stende uno strato di primer adesivo sopra al massetto. A questo punto, con l’ausilio di una betoniera si miscelano calcestruzzo, cemento, acqua e ghiaia. Infine, in aggiunta si utilizzano anche resina e additivi. Una volta che il prodotto risulta ben miscelato, si passa al versamento dello stesso sul massetto. Prima si stende a cazzuola e successivamente a staggia.

A questo punto, utilizzando un frattazzo o una cazzuola all’americana si liscia il prodotto che abbiamo steso. Sul calcestruzzo fresco si applica un disattivante che ne rallenti la presa. Entro le 24 ore successive alla posa in opera del composto sul massetto, con un’idropulitrice si passa al lavaggio dell’intera superficie. Infine, a conclusione del lavoro si stendono sul ghiaietto lavato le resine. Queste serviranno da protezione agli agenti atmosferici.

Differenze tra ghiaino lavato e ghiaia tradizionale

Il ghiaietto lavato è sicuramente una scelta ottimale rispetto a quella che è la ghiaia tradizionale. Per affermare questo si devono considerare gli aspetti meno pratici della ghiaia classica. Ecco quali sono:

  • Periodicamente sarà necessario intervenire sul manto di ghiaia per eliminare quelle erbacce che nascono in maniera spontanea, con l’obiettivo di impedirne la ricrescita. Per fare questo si dovrà procedere con due metodi molto utilizzati per questa problematica: usare il diserbante, oppure in alternativa un composto più naturale realizzato con acqua bollente e sale).
  • Si deve ricorrere spesso alla sistemazione del manto, in quanto i passaggi frequenti di auto o di persone portano allo spostamento dei ciottoli. In questo modo si formeranno buche piccole o grandi che dovranno essere costantemente riempite.
  • La caduta delle foglie, che spesso a causa del movimento finiscono sotto alla ghiaia, prevede che ci si debba armare di rastrello per eliminarle tutte. Finita tale procedura si dovrà procedere con la risistemazione del manto di ghiaia pareggiandola con precisione.
  • Un ultimo aspetto che si deve tenere presente, è che nei casi in cui si tratti di un manto dove passano i mezzi di trasporto, crea qualche problema di viabilità. Infatti, la ghiaia crea un effetto frenante che porterà ad un generale rallentamento del traffico.

Appare dunque evidente che visti i problemi con la ghiaia tradizionale, si possa ovviare in maniera definitiva utilizzando il ghiaino lavato, che non ha al suo passivo alcun punto elencato in precedenza. Non solo, una volta steso (con la possibilità di averlo in varie colorazioni), fa guadagnare punti anche a livello d’immagine perché bello da vedere. Inoltre, richiede una manutenzione meno costante e quando la si farà sarà molto semplice e veloce.