Tipologie di materiali per porte interne

      Commenti disabilitati su Tipologie di materiali per porte interne

Le porte interne suddividono i vari ambienti di case ed uffici ma quando devi installare questi elementi di separazione non puoi farlo a caso, devi valutare lo stile dell’ambiente e posizionare una porta coerente, che si integri perfettamente con lo stile della casa. La scelta sarà, quindi relativa alla forma della porta stessa e al materiale con cui è costruita che può essere parecchio differente tra le varie porte, offrendo un’ampia scelta di materiali per realizzare gli effetti migliori nel rispetto del Design della tua casa o il tuo ufficio.

Porta interna in legnoEsistono, infatti, porte in legno e derivati di questo ma anche in materiali plastici, in vetro fino alle porte REI destinate ad ambienti di lavoro, per realizzare la funzione di tagliafuoco. Vediamo per cominciare le porte in legno che si suddividono a loro volta in più categorie:

  • Porte in legno massello, realizzate con legno derivante dal tronco dell’albero, la più densa e resistente. Ovviamente la robustezza e la longevità della porta dipende dal tipo di albero da cui è ricavato il legno.
  • Porte in legno tamburato che hanno la parte interna in cartone alveolare ricoperto su entrambe le facce da fogli di compensato o MDF che può essere nobilitato, ossia ricoperto a sua volta con una lamina colorata o con effetto legno. Hanno la caratteristica di essere leggere e resistenti
  • Porte il legno lamellare ossia listelli incollati tra loro a costituire la struttura della porta che poi vengono a loro volta rivestiti per dare un effetto specifico.

Altri materiali

Le porte laccate consistono in porte con una struttura in massello, tamburato o lamellare trattate con una verniciatura resistente; hanno il vantaggio di poter essere pitturate in molti colori per personalizzare la porta e armonizzarla con l’ambiente. Un altro materiale che viene spesso utilizzato per realizzare porte interne è il MDF, un materiale composto da fibre di legno amalgamate con resine a formare pannelli molto resistenti anche all’umidità. Questi pannelli possono essere trattati a vernice o rivestiti con impiallaccio una sottile lamina di legno in genere pregiato per realizzare un pregevole effetto estetico. Questo trattamento assume il nome, quindi, di Porta impiallacciata.

Porte laminate o in laminatino

Il laminatino è un materiale in qualche modo simile che consiste in carta laminata su cui possono essere riprodotti vari effetti estetici. E’ un materiale leggero ma resistente a graffi, calore, al fuoco e alle macchie mentre il laminato è decisamente più spesso e resistente, impermeabile e difficilmente scalfibile con piccoli oggetti anche taglienti. In ultimo occorre parlare delle porte in vetro, realizzate con vetro spesso trattato con una particolare tecnica che lo rende particolarmente resistente e con un’anima di materiale plastico che impedisce la rottura in mille schegge che sarebbero pericolose. Questi trattamenti sono indispensabili per motivi di sicurezza, quindi, e alzano il costo di questo tipo di porte. Come vedi i materiali utilizzati sono parecchi, ora sta a te cercare le porte interne che fanno al caso tuo rispondendo alle tue esigenze.

About i-casa

Diplomato geometra, anche se non ho proseguito la professione, mi è rimasta una certa sensibilità verso tutto quello che riguarda il mondo della casa, in particolare per l'arredamento. Appassionato di fai da te, mi piace lavorare con il cartongesso, con il quale è quasi sempre possibile trovare soluzioni creative e funzionali. Adoro tutti quegli elettrodomestici che possono rendere la vita in casa più piacevole.