Risparmio energetico riscaldamento casa con valvole termostatiche e contacalorie

      Commenti disabilitati su Risparmio energetico riscaldamento casa con valvole termostatiche e contacalorie

Il risparmio dei consumi è l’obiettivo di qualsiasi famiglia. Lo scopo è quello di abbassare la spesa per le bollette di casa ma ridurre i consumi permette anche di incidere meno sull’ambiente. Alcuni metodi per contenere le spese domestiche sono le valvole termostatiche e i contacalorie per termosifoni.

Le valvole termostatiche obbligatorie per le nuove costruzioni e in alcuni casi anche su impianti esistenti, hanno lo scopo di regolare in maniera automatica il flusso di calore proveniente dai dispositivi sui quali sono montati. I contacalorie sono strumenti utilizzati per controllare i consumi energetici e di calore del termosifone e devono essere istallati per legge.

Contabilizzatori di calore: cosa sono

I contabilizzatori di calore sono strumenti che consentono ai residenti di uno stesso condominio che ha un sistema di riscaldamento centralizzato di pagare in base ai reali consumi e non più rispetto ai metri quadrati del proprio appartamento. L’obbligo all’istallazione di un contacalore nasce da una Direttiva Europa sull’efficienza energetica. I ripartitori di calore, infatti, riescono a responsabilizzare i diversi condomini che per risparmiare sulla spesa controllano con maggiore attenzione i consumi. In Italia sono diventati obbligatori con un Decreto Legislativo del Consiglio dei Ministri del luglio 2015.

Contatore calorie: come funzionano

I ripartitori di calorie devono essere installati su ogni dispositivo di calore. Ogni contabilizzatore di calore è dotato di un sistema di comunicazione che invia i dati necessari ad un dispositivo centrale che raccoglie i dati di ogni contabilizzatore di calore presente in un condominio, li elabora e fornisce i numeri del consumo di ogni abitazione. Per l’istallazione di questi sistemi di contacalore sarà necessario rivolgersi a ditte specializzate che aiuteranno i diversi gruppi abitativi nell’istallazione e nell’analisi di questi strumenti.

In genere, con i sistemi di riscaldamento centralizzati, i termosifoni si accendono e spengono in precisi orari e in contemporanea in tutti gli appartamenti del condominio. Non sempre gli stili di vita e le esigenze combaciano e può capitare che il riscaldamento si attivi ma il condomino non ne sente l’esigenza. Con questi dispositivi, invece, ognuno può accendere e spendere il riscaldamento in base ai propri ritmi e nei momenti che ritiene più opportuni pagando solamente quanto realmente consumato.

In base ai dati inviati da ogni singolo contatore calorie alla centralina, la spesa collettiva dei consumi sarà ripartita tra le diverse abitazione in relazione all’utilizzo effettivo. Oltre ad essere un sistema molto più democratico di ripartizione dei costi, questi strumenti rendono gli abitanti di ogni casa più responsabili e più consapevoli dei propri consumi.

I costi di applicazione di tali dispositivi non sono sicuramente economici ma, oltre a risparmiare sulla bolletta, si possono sfruttare detrazioni fiscali fino al 50 per cento della spesa affrontata. Inoltre, in caso di inadempienza, si potrebbe incorrere in multe davvero salate.

Valvole termostatiche termosifoni: cosa sono

Le valvole termostatiche si aggiungono ai contatori di calorie nei sistemi per ridurre i consumi energetici. Una valvola termostatica è una valvola automatica che si sostituisce a quelle tradizionali manuali e va montata su ogni termosifone di un’abitazione. Le valvole termosifone mettono in atto un sistema di termoregolazione, controllando in modo autonomo il flusso di acqua all’interno del radiatore così da mantenere la temperatura interna di ogni stanza su livelli stabiliti. L’obbligo valvole termostatiche, introdotto con un decreto legislativo del 2004, è stato prorogato fino a giugno 2017.

Valvole termostatiche termosifoni: come funzionano

L’apertura di ogni valvola per termosifone dipende dalla differenza tra la temperatura che è stata impostata dall’utente sulle termovalvole e la temperatura effettiva presente nella stanza. Si tratta di un sistema molto semplice che si basa sul funzionamento di un dispositivo presente nella valvola termostatica. Si tratta di un soffietto contenente del liquido il quale, quando la temperatura della stanza si alza, aumenta di volume e porta all’aumento delle dimensioni del soffietto stesso che blocca il flusso d’acqua all’interno del termosifone. Quando la temperatura scende al di sotto di quella impostata sulla testa graduata delle termovalvole, il soffietto presente nella valvola termosifone si rimpicciolisce e l’acqua torna a circolare all’interno del radiatore. Esistono anche delle valvole termostatiche wireless che controllano a distanza la temperatura dell’ambiente.

Le valvole per termosifone vanno istallate sulla ghiera di ogni radiatore esistente in casa. In base alla stanza si possono regolare temperature diverse: bagno e salotto, ad esempio, avranno non solo temperature diverse ma anche una necessità di riscaldamento diversa, più costante per il soggiorno, più saltuaria in bagno.

Le valvole termosifone, quindi, offrono notevoli vantaggi. Il calore viene erogato solo quando serve e in base a livelli prestabiliti, cosa che permette di limitare gli sprechi e ridurre il consumo. Il risparmio energetico favorito dalle valvole termosifoni si traduce in un risparmio economico notevole.

L’istallazione è molto veloce e viene fatta nel giro di poche ore. A sistema di riscaldamento fermo e senza nessun flusso d’acqua all’interno dei radiatori, esperti del settore elimineranno le valvole esistenti e installeranno quelle che avete scelto utilizzando pochi strumenti e senza creare alcun tipo di disagio.

Valvole termostatiche prezzi

I prezzi medi delle valvole termostatiche si aggirano intorno ai 78 euro ciascuna. L’acquisto di valvole termostatiche per termosifoni, infatti, oscilla tra i 70 e 100 euro. I costi variano da città in città, quella più cara è sicuramente Milano, le più economiche sono Grosseto e Massa Carrara. Montare questi dispositivi in un appartamento di circa 80 metri quadrati e dotato di 5 termosifoni può comportare una spesa tra i 350 e i 500 euro. Se insieme alle valvole decidete di montare anche i contatori di calore la spesa singola per ogni termosifone può salire fino a 200 euro. Il budget iniziale necessario è sicuramente oneroso, il risparmio in bolletta vi permetterà di ammortizzare i costi. Inoltre, per chi decide di applicare questi sistemi di efficientamento energetico, c’è la possibilità di sfruttare detrazioni fiscali importanti, fino al 60 per cento sia per i privati che per le aziende. Non bisogna dimenticare che l’istallazione delle valvole termostatiche per termosifoni è obbligatoria per legge e l’inadempienza è multata con sanzioni che vanno dai 500 ai 2.500 euro.