Vernici per pittare la casa

      Nessun commento su Vernici per pittare la casa

Desiderate dare un nuovo look al vostro salotto? Con un po’ di pittura è possibile. Ok, ci sono tantissimi tipi di vernici e la scelta è vasta. Come mi oriento?

Da cosa è costituita una vernice da muro?

C’è un legante, ovvero la resina, la gomma e/o olio. C’è un solvente, che permette di liquefare il legante, alcool, essenze, acetoni, idrocarburi. Certi solventi sono da maneggiare con cura perchè sono infiammabili, altri possono essere tossici. Non son da confondere con i diluenti che servono a liquefare la pittura. C’è un pigmento di colore che da appunto il colore alla vernice.

Ci sono degli additivi. Possono essere talco o silicio che danno effetto alla pittura. Ci sono dei seccanti che fanno asciugare più velocemente il muro e dei plastificanti che migliorano la morbidezza. Questi additivi sono responsabili degli effetti opachi, lucidi o satinati.

I 3 tipi di vernici

Le vernici viniliche, che oggi sono raramente utilizzate a favore delle più famose vernici acriliche.

Le vernici acriliche, che sono vernici ad acqua contenenti un legante a base di resina sintetica e solventi. Sono utilizzabili su un gran numero di supporti e in tutte le stanze della casa.

Le vernici gliceroftaliche sono delle vernici ad olio mescolate a delle resine sintetiche. Contengono dei solventi dannosi per l’ambiente, e sono state detronizzate da quelle acriliche. Va ricordato che sono difficili da mettere, hanno un odore forte e intenso (preparatevi ad areare) e un tempo di seccaggio abbastanza lungo (da 6 a 12 ore). Nonostante queste caratteristiche queste vernici danno una finitura satinata o laccata di altissima qualità e sono più resistenti.

Come calcolare la quantità giusta di pittura

Dividete la superficie da dipingere (in metri quadri) per il rendimento al litro della vostra vernice. Moltiplicate il risultato per il numero di strati necessari per ottenere un buon risultato e prevedete un po’ più di pittura perchè il rendimento scritto sul barattolo non è mai veritiero al 100%.

In più se avete più secchi verificate che i numeri del lotto siano identici, altrimenti avrete differenze di tinta che stanno veramente male sui muri.

L’ambiente e la vernice

La maggior parte delle vernici gliceriche contengono dei solventi i cui componenti nuociono all’ambiente e all’olfatto!

Le vernici acriliche sono considerate meno agressive e certe hanno anche marchi europee per lo sviluppo e l’ambiente, il che significa che questi tipi di pittura non contengono metalli pesanti (cadmio, piombo, mercurio, arsenico…) e che il loro tenore di idrocarburi solventi è limitato.

I resti delle pitture

Non gettate i residui di pittura nel lavandino o nel water, possono danneggiare i sistemi di epurazione. Per conoscere i punti di raccolta di questi prodotti informatevi nei vostri comuni.

La vernice nell’arredamento – Colori e tante idee per ogni stile

Cari amici lettori l’argomento di oggi riguarda il colore e la pittura.
Oggi abbiamo a disposizione una grande scelta di colori che ci offrono delle possibilità illimitate per quanto riguarda l’arredamento.


Pittura colori

Retrò, contemporaneo, moderno, zen, pop o classico qualsiasi sia l’ambiente che volete arredare si trova il colore e la pittura più adatta.

Perché la vernice?

Innanzitutto perché è un rivestimento murale molto semplice da mettere e parecchie vernici sono addirittura lavabili. Tuttavia il consiglio è di evitare vernici ad acqua in stanze umide quali la cucina e il bagno. Un altro argomento a favore delle vernici è la vastissima gamma di colori venduti oggi, una gamma eclettica che ti permette di immaginare il tuo arredamento giocando su diversi colori e diverse tonalita. Ugualmente facile da abbinare ai materiali più diversi quali il legno, il metallo o i materiali più moderni.

Un colore per ogni tipo d’arredamento

Per dare un’atmosfera chic e moderna il mio consiglio è di puntare su tinte tenui quali il bianco e il beige, che valorizzano la luce ed i mobili della stanza. Questi colori sono facilmente accostabili a tinte nere, sempre senza abusarne per evitare di dare un aspetto “severo” alla vostra casa.


Vernice beige

Per un’atmosfera primaverile: se avete voglia di freschezza e di sole utilizzate pitture di color giallo e pastello, favorisce il lato rilassante del vostro ambiente.

Altri  colori molto in voga sono il verde, per accentuare l’aspetto naturale, o l’azzurro che manda la nostra mente agli ambienti legati al mare ed è l’ideale per la camera da letto.


Vernice verde

Esistono anche degli altri tipi di vernici molto divertenti come quelle fosforescenti, quelle scrivibili o quelle magnetiche, che vi daranno la possibilità di scatenare la vostra immaginazione!

Vernice lavagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *