Domotica per principianti: come gestire la casa con gli assistenti vocali

Negli ultimi tempi il termine domotica è sempre più ricorrente e in tanti desiderano una casa intelligente. Un’abitazione smart è una casa connessa, che si può controllare con gli assistenti vocali e da remoto.

La domotica ha il pregio di far interagire i vari dispositivi domestici tra loro, come luci, riscaldamento, tapparelle, condizionatore e molti altri elettrodomestici. Detta così sembra semplice ma poi all’atto pratico molti sono poco informati su come avvicinarsi al mondo della domotica.

Inoltre in commercio oggi sono davvero molti i marchi e i dispositivi intelligenti tra cui scegliere, per cui la confusione è in agguato. In questo articolo cerchiamo di capire quali sono i dispositivi smart su cui orientarsi per non sbagliare. Col tempo poi si possono integrare altri accessori per rendere la casa ancora più smart.

Domotica e assistenti vocali

Molti dei prodotti domotici oggi sul mercato si possono controllare tramite gli assistenti vocali più noti, gli smart speaker Amazon Alexa e Google Assistant. Scegliendo uno di loro è più semplice creare una casa smart, perché sono facili da configurare e compatibili con tanti dispositivi.

E’ un primo passo per rendere più tecnologica la casa, sfruttando ad esempio azioni che gli smart speaker possono fare. Possono gestire le luci, spegnere la tv, abbassare le tapparelle o simulare la presenza di qualcuno in casa quando si è lontani.

Quale assistente vocale scegliere?

Entrambi gli assistenti vocali sono perfetti per la gestione domotica della casa, anche se forse a parità di dispositivo, Alexa soddisfa meglio le esigenze di chi ricerca maggiori funzionalità circoscritte al sistema casa.

Per utilizzare Alexa è necessario riferirsi al vasto ecosistema Echo, giunto ormai alla nuova generazione (qui puoi trovare tutti i modelli), che permette di impostare un sistema domotico molto economico ma con molte più funzionalità rispetto a Google. Con Alexa si possono tenere sotto controllo le prese elettriche, effettuare acquisti su Amazon o ascoltare musica. Inoltre offre più prodotti con una migliore qualità audio ed anche l’interazione con la voce appare più rapida.

Per contro Google Assistant offre un ecosistema più compatibile con il mondo Google e con la ricerca vocale, aspetti che Alexa in molti casi non supporta, anche se viene aggiornata. Ha molte funzioni simili a quelle di Alexa e ti consente ad esempio la gestione di termostati e telecamere.

Cosa vuoi che la domotica faccia per te?

Per non rischiare di perdersi nell’universo della domotica applicata alla vita domestica, è fondamentale chiedersi cosa si vuole ottenere da una smart home. In base a quello che desideri puoi orientarti su alcuni prodotti piuttosto che su altri.

Ad esempio se sei un patito del controllo delle luci prima di uscire o prima di coricarti, il primo passo per te potrebbe essere quello di sfruttare un sistema di illuminazione wifi con il controllo vocale. Se invece sei fissato con le pulizie, puoi cominciare acquistando un robot lavapavimenti o aspirapolvere intelligente che comincerà le pulizie quando glielo chiederai. O ancora decidere di controllare dallo smartphone le telecamere wifi, per avere la sicurezza che a casa sia tutto a posto.

Vediamo quali sono nello specifico i primi prodotti da acquistare per cominciare a rendere smart la tua abitazione.

Illuminazione

Uno dei primi settori ai quali puoi pensare per rendere intelligente la tua casa è quello dell’illuminazione. In commercio ci sono moltissimi prodotti compatibili con gli assistenti vocali Alexa e Google, lampadine che cambiano colore e si accendono e spengono da sole. Uno dei migliori sistemi domotici per le luci è ad esempio Philips Hue, ottima qualità anche ovviamente costa di più di altri sistemi simili.

Sensori

Anche installare dei sensori di movimento può essere un ottimo inizio per entrare nel mondo della domotica. Si tratta di dispositivi non molto costosi, perfetti per illuminare spazi bui quando passa qualcuno. Trovi prodotti compatibili sia con Alexa che con Google.

Riscaldamento e climatizzazione

Per quanto riguarda il raffrescamento, la climatizzazione e il riscaldamento, il mercato è pieno di prodotti validi di svariati brand. Nel settore i nomi dei più importanti produttori di valvole termostatiche ed interruttori sono Tado, Netatmo e BroadLink. Questi brand permettono di controllare anche molti dispositivi come la caldaia domotica e condizionatori.

Prese smart e ciabatte

Chi vuole trasformare l’abitazione classica in una casa smart troverà molto utile utilizzare le prese intelligenti (questa è compatibile con Alexa) che rendono smart prodotti che non lo sono, permettendo azioni come l’accensione e lo spegnimento. L’ideale è averle tutte di un solo brand, in modo da gestirle con una sola app. Sono prodotti molto economici, in particolare le ciabatte, con i quali si possono monitorare anche i consumi. Tra i marchi leader Meross e Tp-Link.

Telecamere di sicurezza

Tra i prodotti smart che tutti vogliono in casa ci sono le telecamere di sicurezza. Bisogna però prestare maggiore attenzione alla compatibilità, perché i dispositivi Google e Amazon sono diversi e non vanno sempre bene. Ad esempio i prodotti Blink non funzionano con Google Assistant e quelli Nest non vanno bene con Alexa. Se ti interessa la compatibilità con Alexa puoi guardare per esempio questa telecamera che ha ricevuto migliaia di recensioni positive.

Conclusioni

Anche se sei un neofita del settore, quello della domotica è un mondo in continua evoluzione ma semplice da comprendere e da gestire. L’importante è utilizzare ecosistemi che sfruttano gli assistenti vocali più diffusi. Se invece disponi di prodotti smart di marchi diversi tra loro, puoi farli interagire scaricando apposite app come ad esempio IFTTT (qui trovi la spiegazione in italiano).